JEEP® FORUM ITALIA
Benvenuto su WRANGLERMANIA FORUM, la community più numerosa d'Italia!


Registrati GRATUITAMENTE e visualizza tutte le sezioni multimediali e tecniche che il nostro Forum offre!


Una volta completata la procedura di registrazione ti consigliamo di leggere il Regolamento del Forum e di presentarti nell'apposita sezione.

WRANGLERMANIA utilizza i Cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo deicookie.


Grazie l'AD
Our Sponsor

Chi è in linea
In totale ci sono 36 utenti in linea: 4 Registrati, 0 Nascosti e 32 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Dirty Bastard, manman, marina60, Roberto.Gatto

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 1301 il Mar 08 Nov 2016, 17:53
Mappa utenti
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» consiglio Wrangler 2011
Ieri alle 22:36 Da Ade361

» 1° Jeepers Meeting Sardinia - Sabato 9 Dicembre 2017
Ieri alle 22:29 Da Roberto.Gatto

» Mi presento
Ieri alle 22:26 Da Ade361

» tj sport 99 4.0 litre
Ieri alle 20:50 Da Skywalker

» BF Goodrich KM2 non più M+S
Ieri alle 17:45 Da Tartaruga (Dany)

» tipo di semiasse
Ieri alle 14:30 Da RUBIROBY

» Mi presento
Ieri alle 14:23 Da RUBIROBY

» Presentazione
Ieri alle 14:22 Da RUBIROBY

» Rugged Ridge dash multi mount kit
Ieri alle 13:14 Da marcus

» Avviamento difettoso
Ieri alle 12:51 Da rolandiwalter

» DATE PRODUZIONE NUOVO WRANGLER 2018 E DATELIST
Ieri alle 11:25 Da wranglertj40

» Wrangler yj 2.5 laredo 1990
Mar 12 Dic 2017, 21:36 Da Dirty Bastard

» All Terrain T/A KO2 e strade innevate
Mar 12 Dic 2017, 19:45 Da mgnever

» Termiche 255/70 R18
Mar 12 Dic 2017, 17:00 Da Alesu

» TJ 4.0 MY05 - Cambio 6 marce
Lun 11 Dic 2017, 14:53 Da Dirty Bastard

» Cerchi Daytona
Lun 11 Dic 2017, 14:50 Da Matteo R44

» Auguri Mz54!!!
Lun 11 Dic 2017, 13:11 Da mz54

» Bella
Lun 11 Dic 2017, 12:52 Da ZANFO

» Ciao
Lun 11 Dic 2017, 12:51 Da ZANFO

» Galleria foto JL: iniziamo a conoscere meglio la Wrangler che verrà...
Lun 11 Dic 2017, 11:29 Da Alessandro

Tool

Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  bibos il Mer 21 Mar 2012, 11:57

Stiamo proprio andando a fondo.
Ma dico io, ora si può essere licenziati anche senza giusta causa.
Non è che prima il datore non potesse lincenziare, bastava che ne avesse un motivo valido e poteva benissimo farlo.
Ora basta stare antipatico al datore di lavoro, avere idee diverse da lui o semplicemente un raccomandato che abbia bisogno del tuo posto e voilà sei fuori dal gioco. Mad
I diritti ottenuti dalle lotte dei nostri genitori lavoratori sono ormai cancellati.
Pur sforzandomi, non mi riesce di spiegarmi come la possibilità di licenziare anche senza giusta causa possa contribuire a diminuire la disoccupazione in Italia.
avatar
bibos
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 03.09.10
Età : 45
Località : Perosa ArgentinaTO VillaperuccioCA

Vedi il profilo dell'utente http://www.gechi4x4.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Tartaruga (Dany) il Mer 21 Mar 2012, 12:07

Dove andremo a finire...
avatar
Tartaruga (Dany)
Jeeper °IIIIII
Jeeper °IIIIII

Data d'iscrizione : 22.01.10
Età : 29
Località : Nichelino (To)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  passe il Mer 21 Mar 2012, 12:47

..non è proprio così, nel senso che un motivo deve ovviamente esserci.
in particolare è stata aggiunta la possibilità di licenziamento per motivi economici, previa indennizzo economico compreso tra 15 e 27 mensilità.

suggerisco un giro on line su qualche sito, tassativamente affidabile, ad esempio quello del sole 24 ore che spesso fa tabelle o riassunti chiari anche per le capre come me, al fine di comprendere meglio quel che sta succedendo

http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/SoleOnLine5/_Oggetti_Correlati/Documenti/Notizie/2012/03/tre-tipologie-licenziamento.pdf?uuid=9c655758-732a-11e1-9a09-43d322d649b4

avatar
passe
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 09.06.11
Età : 39
Località : Sondrio/Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  RUBIROBY il Mer 21 Mar 2012, 12:51

Vediamo realmente come sara' la nuova legge, perche' io penso che ad un datore di lavoro non convenga licenziare un dipendente senza giusta causa, cioe' senza che l'azienda abbia problemi economici, senza che manchino ordini, senza che il dipendente abbia continui e gravi comportamenti scorretti, dovrebbe insegnare ad un nuovo assunto il lavoro, aspettare che cominci a rendergli e che non sia peggio di chi ha licenziato che si era dimostrato valido.

Probabilmente chi fino ad ora ha abusato dei diritti che faticosamente i nostri genitori hanno ottenuto nei decenni, sono la causa di queste trattative e nuove regole ed ora spero almeno che gli imprenditori, quelli piccoli sopratutto, siano piu' fiduciosi nell'assumere personale invece di essere costretti a rinunciare a commesse perche' non volevano superare il numero di dipendenti.

________________________________
JK  RUBICON 2.8 CRD 3P auto 2008 nero
________________________________________________
Suntop Deep sand, color cammello che sul nero fa la sua porca figura!!!
assetto +3" trail master
paraurti afn                                    
gomme Toyo open country A/T
da fango TAGOM shark
misura di serie




....il JK.. e' come il potere, logora.......chi non ce l'ha!!
avatar
RUBIROBY
Vice-AMMINISTRATORE
Vice-AMMINISTRATORE

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 55
Località : Pavia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  bibos il Mer 21 Mar 2012, 12:59

Non è proprio così se parliamo di un mondo dove tutti sono bravi e onesti, ma se ti licenziano per motivi economici e poi il giudice accerta che non era vera, ti prendi le tue 15 mensilità e poi sei fuori.
A questo punto dichiarare che sia per motivi economici al posto di discriminatori non ci vuole nulla.
Quindi, basta pagare e ti possono licenziare per qualsiasi motivo.
Non voglio sembrare troppo sindacalista, anche perchè se pur dipendente ho sempre pensato a far l'interesse del mio datore di lavoro e a collaborare con lui.
avatar
bibos
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 03.09.10
Età : 45
Località : Perosa ArgentinaTO VillaperuccioCA

Vedi il profilo dell'utente http://www.gechi4x4.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  RUBIROBY il Mer 21 Mar 2012, 14:17

Non si tratta di discorsi da sindacalista, ma di lecite preoccupazioni per il futuro, chi da dipendente, chi come me, ad esempio da giornalaio, ci tengo parecchio che la gente abbia un lavoro regolarmente pagato e che ci sia la fiducia di poterlo mantenere, e lo sono tutti i commercianti ed artigiani.

Sono le situazioni discriminatorie che non dovrebbero essere di numero elevato, credo che nascano da diatribe dovute a reciproche mancanze, ma mi pare di aver capito che il giudice abbia un ruolo decisivo anche per il reintegro, ma anche se si dovesse arrivare alle 15 mensilita' con un datore, e' probabile che aprendosi il mercato del lavoro si possa trovare occupazione altrove, si dovranno magari accettare dei sacrifici come lo spostamento di diversi chilometri, ma avere delle alternative potrebbe anche indurre i datori di lavoro ad essere piu' attenti a non perdere dei bravi dipendenti perche ' scelgono un altro impiego, dove si riconoscano meglio le loro qualita'.

Io questa volta voglio pensare positivo

________________________________
JK  RUBICON 2.8 CRD 3P auto 2008 nero
________________________________________________
Suntop Deep sand, color cammello che sul nero fa la sua porca figura!!!
assetto +3" trail master
paraurti afn                                    
gomme Toyo open country A/T
da fango TAGOM shark
misura di serie




....il JK.. e' come il potere, logora.......chi non ce l'ha!!
avatar
RUBIROBY
Vice-AMMINISTRATORE
Vice-AMMINISTRATORE

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 55
Località : Pavia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Sil361 il Mer 21 Mar 2012, 14:42

bibos ha scritto:
...ti prendi le tue 15 mensilità e poi sei fuori....

...dalle 15 alle 27 mensilità di indennizzo..., potrebbe essere che una persona a cui mancano 2 anni alla pensione così ha convenienza nel farsi licenziare... prende la medesima somma stando a casa...

... oppure assisteremo al nascere dei "licenziati seriali" che ogni 2/3 anni si fanno licenziare per farsi l'annetto sabbatico usufrunedo delle mensilità....

weeee, si scherza neh bang
ma non troppo....

avatar
Sil361
Jeeper °IIII
Jeeper °IIII

Data d'iscrizione : 08.10.10
Età : 52
Località : Darfo Boario Terme (BS)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  adri_gc il Mer 21 Mar 2012, 15:58

Due considerazioni: l' articolo 18 salvaguarda una parte dei lavoratori.. all'incirca il 50% in massima parte quelli che lavorano nella grande e media industria.. chi opera nell'artigianato o nella piccola impresa non ha mai avuto tutele del genere....
Chi lavora nel privato sà bene che ci son tanti modi per "buttar fuori" una persona senza rischiare una vertenza... basta inventarsi una ristrutturazione aziendale.. un nuovo piano industriale . ..etc etc.
Quello dell'articolo 18 è nella società odierna un falso problema.. un totem ... e soprattutto come ho esposto in precedenza, una discriminazione tra lavoratori.. se non lo si applica a tutti...
A mio modesto parere trovo più utile discutere e cercare una soluzione ad altre problematiche ad esempio: le sperequazioni tra chi lavora nel pubblico e chi lavora nel privato, il sistema di tassazione iniquio e vessatorio nei confronti dei lavoratori a reddito fisso.. e chi più ne ha più ne metta... Crying or Very sad

Cmq son parecchio preoccupato per mio figlio 21enne e per le due ragazze della Adri 18 e 16... che mondaccio gli lasciamo... 🦆 🦆
avatar
adri_gc
Jeeper °IIII
Jeeper °IIII

Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 56
Località : siena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  TOMMY C-J-K il Mer 21 Mar 2012, 16:38

Sil361 ha scritto:
bibos ha scritto:
...ti prendi le tue 15 mensilità e poi sei fuori....



... oppure assisteremo al nascere dei "licenziati seriali" che ogni 2/3 anni si fanno licenziare per farsi l'annetto sabbatico usufrunedo delle mensilità....

weeee, si scherza neh bang
ma non troppo....




eh mica tanto scherzare,c è gente che starà già festeggiando per una cosa del genere......sai quanti furbi e nullafacenti ci sono in giro?ne approfitterebbero subito.. Evil or Very Mad


________________________________
-jeep cj-5,1973 "LA GIALLINA",3.8L restauro totale 2008,carburatore magg,assetto +2",gomme 31-10,50-15,cerchi 15x8,scarico laterale artigianale,piantone sterzo rinf,sedili yj,fari post yj,volante sparco,roll-bar,soft top bestop,ecc.
-jeep JKU RUBICON,2011 2.8crd 200cv,mappa rocks,paraurti ant rocks,ganci HD X4,pedane 10th anniversary,assetto teraflex 3",ammo Blistein 5100,cerchi procomp extreme 8x17,hankook dynapro mt 35"x12,50r17,tubi freno in treccia,piastre AEV,phanard regolabile monster rocks,rinforzo attacchi phanard,rilocatore post phanard,ammo sterzo Orap con rilocatore,griglia cofano rugged ridge,mascherina angry bird,faretti suppl. cree 4" led,barra led 22" combo,soft top trektop e altre cosuccie.....work in progress
-UNIMOG 406, 5.7,restauro 2015,gomme cattive 12,50r20 Smile

avatar
TOMMY C-J-K
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 19.10.10
Età : 31
Località : brescia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  leo il Mer 21 Mar 2012, 20:10

Ragazzi qui non si tratta solo dell'articolo 18 ma di tutte le cose che ci stanno togliendo, cose che x ottenerle si sono fatti un casino di scioperi , e ci sono voluti decenni x ottenerli, noi si debbono pagare gli sbagli degli altri ma e giusto? io posso pagare x mio figlio se sbaglia xchè sono io il responsabile ma non x degli st...i che invece di pensare al bene comune pensavano solo a quello proprio, ( e ancora oggi lo stanno dimostrando ) se mandano a casa uno con un?età superiore di 50 e assumono un ragazzo l'azienda risparmi quasi il 30% e il nuovo assunto x cercare di tenersi il posto lo fanno lavorare come un somaro, ci sono anche dei lavori che non puoi arrivare a 67 anni xche non hai piu capacita x farlo automaticamente puoi essere licenziato e quando ti mancano pochi anni x andare in pensione e un'età sopra i 50 chi ti prende? dal momento che uno ha pagato i suoi primi contributi e come se avesse fatto un contratto con lo stato o chi x lui se x andare in pens. ci volevano 35 anni deve restare quello, se devi cambiarlo non deve essere fatto retroattivo i contratti vanno rispettati e lo stato mi deve dare l'esempio.


Ultima modifica di leo il Mer 21 Mar 2012, 21:52, modificato 1 volta
avatar
leo
Jeeper °III
Jeeper °III

Data d'iscrizione : 16.10.10
Località : grosseto

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Blackdog il Mer 21 Mar 2012, 21:43

Lavoro, pensione...invece che andare avanti stiamo andando indietro.

Ci vogliono far credere, e ci sono riusciti, che i nostri diritti di lavoratori in realtà sono dei privilegi.
Dovremmo andare lavorare con il bastone sempre che non gli facciamo un piacere allo stato e schiattiamo prima.

La Legge Biagi ce l'hanno spacciata come la soluzione di tutti i problemi, la flessibilità era il futuro e bla bla bla ora guarda un po la priorità è tornare ai contratti a tempo indeterminato.

Fatta la legge trovato l'inganno si dice, ora invece che assumerti a tempo indeterminato ti licenzieranno poco prima della scadenza dei 35..36 o quellochesono mesi.

Per non parlare della gestione dei soldi, spremuti come limoni per fare in modo che la BCE possa dare i soldi alle banche praticamente a tasso zero quando poi a noi le stesse banche ce li prestano a tassi da strozzini...sempre che ce li prestino.
Gli stati regalano soldi a società private che poi ce li prestano a caro prezzo.
Ma che sistema è?

I soldi sono dello Stato la gente deve poter lavorare e deve poter disporre di soldi per creare benessere per se e per gli altri, creare altro lavoro, farsi una famiglia insomma per vivere.

Io sono abbastanza pessimista per il futuro e credo non farò un figlio proprio per non farlo entrare in questo meccanismo malato.
avatar
Blackdog
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 16.12.09
Età : 37
Località : BrianSa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  mandu il Mer 21 Mar 2012, 22:06

Io sono abbastanza pessimista per il futuro e credo non farò un figlio proprio per non farlo entrare in questo meccanismo malato.

Capisco il pessimismo e le preoccupazioni per il futuro, in questo momento tutti hanno poca fiducia per il futuro, ma credimi avere un bambino porta solo ottimismo, ce' gente che un figlio non può averlo e farebbe i salti mortali per provare questa gioia, fidati.

Io dell'art. 18 non ci ho capito molto, sono un dipendente di una grossa azienda e in qualche maniera sono interessato a questo cambiamento, voglio essere ottimista,l'Italia deve cambiare, abbiamo bisogno di riformare, lavoro, giustizia, fisco , bisogna incominciare e tutti devono essere coinvolti, se questo porterà' ad avere un Italia in linea con i aedi più' moderni ben venga, se a pagare saranno i soliti, allora sarà' un grosso problema per tutti, speriamo bene.
avatar
mandu
Jeeper °IIII
Jeeper °IIII

Data d'iscrizione : 26.04.10
Località : Guastalla (RE)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Blackdog il Mer 21 Mar 2012, 22:39

Beh fare un figlio per essere felici NOI forse, passami il termine, è un pochino egoistico.
Io voglio pensare anche in che mondo si troverà a vivere lui...non solo a ritrovare l'ottimismo per me stesso. Del mio ottimismo lui se ne farà poco.

Noi non ce la passiamo benissimo, ma stiamo ancora godendo di quello che hanno avuto la possibilità di costruire (parlo sia di realtà fisiche che di diritti acquisiti) i nostri padri e i nostri nonni, noi che stiamo costruendo per le generazioni future? Casomai stiamo disfando, stiamo retrocedendo anche come tenore e qualità della vita.

A pagare sono sempre gli stessi, ovviamente.
Primo perchè la gente normale è troppo occupata ad arrabattarsi tra le bollette ed il mutuo da pagare per trovare il tempo di protestare, secondo perchè è vero che i ricchi si possono "spremere" maggiormente, ma numericamente i poveri da spremere sono molti molti di più dei ricchi.
Terzo i poveracci non hanno nessuno che alza la voce per conto loro (vedi notai, farmacisti, avvocati, etc etc)
avatar
Blackdog
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 16.12.09
Età : 37
Località : BrianSa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  adri_gc il Gio 22 Mar 2012, 06:05

Blackdog ha scritto:Beh fare un figlio per essere felici NOI forse, passami il termine, è un pochino egoistico.
Io voglio pensare anche in che mondo si troverà a vivere lui...non solo a ritrovare l'ottimismo per me stesso. Del mio ottimismo lui se ne farà poco.

Noi non ce la passiamo benissimo, ma stiamo ancora godendo di quello che hanno avuto la possibilità di costruire (parlo sia di realtà fisiche che di diritti acquisiti) i nostri padri e i nostri nonni, noi che stiamo costruendo per le generazioni future? Casomai stiamo disfando, stiamo retrocedendo anche come tenore e qualità della vita.

A pagare sono sempre gli stessi, ovviamente.
Primo perchè la gente normale è troppo occupata ad arrabattarsi tra le bollette ed il mutuo da pagare per trovare il tempo di protestare, secondo perchè è vero che i ricchi si possono "spremere" maggiormente, ma numericamente i poveri da spremere sono molti molti di più dei ricchi.
Terzo i poveracci non hanno nessuno che alza la voce per conto loro (vedi notai, farmacisti, avvocati, etc etc)


:quoto:
La prima parte la quoto in pieno.. i FIGLI dovrebbero essere una conseguenza naturale della vita la prosecuzione della specie.... una volta esisteva il ploretariato, chi aveve nei figli l'unica ricchezza, non serve andare molto indietro nel tempo mio padre 78enne è figlio di un proletario... (ultimo di 8...) poi la società è cambiata.. (in fretta e male x certi versi) ed adesso fare un figlio è un LUSSO....
Ci rendiamo conto di quanto è ASSURDO questo concetto?
Per il resto... anche per il resto è difficile non darti ragione Crying or Very sad Crying or Very sad
avatar
adri_gc
Jeeper °IIII
Jeeper °IIII

Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 56
Località : siena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Webby il Gio 22 Mar 2012, 14:33


Ma perchè si applica solo ai dipendenti PRIVATI e nn anche a quelli PUBBLICI ?

scratch




avatar
Webby
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Alesu il Gio 22 Mar 2012, 14:55

Webby ha scritto:
Ma perchè si applica solo ai dipendenti PRIVATI e nn anche a quelli PUBBLICI ?

scratch





Come sempre è stato, loro possono rubare, timbrare il badge in maniera illecita per uscire in orario di lavoro e sputare in testa al capo ma il loro posto di lavoro è blindato. In effetti quei personaggi rubano il lavoro ad altri che sarebbero onesti e più efficienti! Peccato! Una opportunità sprecata per dare un vero segnale di equità!
avatar
Alesu
Jeeper °IIIIII
Jeeper °IIIIII

Data d'iscrizione : 27.01.11
Età : 51
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente https://youtu.be/L84hRfBulOU

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Webby il Gio 22 Mar 2012, 15:17


Equità in questo stato non esiste e lo vediamo da tanti personaggi che hanno privilegi che non meritano ed in tante occasioni ne abbusano.

Un altra domanda:
Ma l'articolo 18 si applica anche ai sindacati ?

italia



avatar
Webby
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Alesu il Gio 22 Mar 2012, 15:21

Webby ha scritto:
Equità in questo stato non esiste e lo vediamo da tanti personaggi che hanno privilegi che non meritano ed in tante occasioni ne abbusano.

Un altra domanda:
Ma l'articolo 18 si applica anche ai sindacati ?

italia




Non mi risulta che qualche dipendente dei sindacati fosse mai stato licenziato! Blindati anche loro!
avatar
Alesu
Jeeper °IIIIII
Jeeper °IIIIII

Data d'iscrizione : 27.01.11
Età : 51
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente https://youtu.be/L84hRfBulOU

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Webby il Gio 22 Mar 2012, 15:32


Ma se i sindacati trovano così IMPORTANTE nella vita dei dipendenti l'articolo 18 perchè non lo applicano anche ai loro di dipendenti ?

Qui c'è qualcosa che non mi quadra...

Esistono dipendenti di serie A e quelli di serie B...e kissà quali sono quelli di serie A ed B...

Mi viene da pensare che l'articolo 18 serve molto di più ai sindacati che ai lavoratori. Perchè non hanno mai proposto di estenderlo anche per i loro dipendenti ?

scratch


avatar
Webby
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 19.04.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  ALE-XXX il Gio 22 Mar 2012, 15:51

i sidacati sono la rovina del italia oramai sono una frangia "armata" di alcuni partiti e usano i dipendenti come mezzi per portare avanti le loro battaglie politiche ..... tt bravi ad fare froci con il culo degli altri !!! scusate il francesismo.
Con il mio lavoro soprattutto nell ultimo anno a causa della crisi ho visto barricate senza senso da parte dei sindacati disposti a fare fallire delle aziende con 200-300 dipendenti pur di nn fare un mezzo passo indietro !!! questo nn vuol dire fare il sindacato ma vuol dire mostrare i muscoli alle aziende volendo fare i capi assoluti pero' sulla pelle dei lavoratori...tanto se l azienda fallisce mica finiscono loro in mezzo alla strada!!!

tt i ns sindacalisti li manderi in polonia a vedere cosa significa fare il sindalcalista, lì si che fanno un azione di tutela del lavoratore, certi poi sono peggio dei ns politici ...infatti quando mollano il sindacato si si buttano in politica!!!
avatar
ALE-XXX
Jeeper °IIIIII
Jeeper °IIIIII

Data d'iscrizione : 06.04.10
Età : 52
Località : Brescia

Vedi il profilo dell'utente http://www.teamsupremo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Alesu il Gio 22 Mar 2012, 16:03

ALE-XXX ha scritto:i sidacati sono la rovina del italia oramai sono una frangia "armata" di alcuni partiti e usano i dipendenti come mezzi per portare avanti le loro battaglie politiche ..... tt bravi ad fare froci con il culo degli altri !!! scusate il francesismo.
Con il mio lavoro soprattutto nell ultimo anno a causa della crisi ho visto barricate senza senso da parte dei sindacati disposti a fare fallire delle aziende con 200-300 dipendenti pur di nn fare un mezzo passo indietro !!! questo nn vuol dire fare il sindacato ma vuol dire mostrare i muscoli alle aziende volendo fare i capi assoluti pero' sulla pelle dei lavoratori...tanto se l azienda fallisce mica finiscono loro in mezzo alla strada!!!

tt i ns sindacalisti li manderi in polonia a vedere cosa significa fare il sindalcalista, lì si che fanno un azione di tutela del lavoratore, certi poi sono peggio dei ns politici ...infatti quando mollano il sindacato si si buttano in politica!!!

Per non parlare dei lavoratori delle cooperative! Li assumono obbligandoli ad essere soci! Poi ovviamente mobbing, soprusi e sfruttamento alla grande! Detto da chi ci lavora e stranieri! Strano che la parte politica a cui si ispirano le cooperativa italiane non si preoccupino di loro. Certo loro soci! Quindi lavoratori di serie A, B e C.
avatar
Alesu
Jeeper °IIIIII
Jeeper °IIIIII

Data d'iscrizione : 27.01.11
Età : 51
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente https://youtu.be/L84hRfBulOU

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  adri_gc il Gio 22 Mar 2012, 16:28

Alesu66 ha scritto:
ALE-XXX ha scritto:i sidacati sono la rovina del italia oramai sono una frangia "armata" di alcuni partiti e usano i dipendenti come mezzi per portare avanti le loro battaglie politiche ..... tt bravi ad fare froci con il culo degli altri !!! scusate il francesismo.
Con il mio lavoro soprattutto nell ultimo anno a causa della crisi ho visto barricate senza senso da parte dei sindacati disposti a fare fallire delle aziende con 200-300 dipendenti pur di nn fare un mezzo passo indietro !!! questo nn vuol dire fare il sindacato ma vuol dire mostrare i muscoli alle aziende volendo fare i capi assoluti pero' sulla pelle dei lavoratori...tanto se l azienda fallisce mica finiscono loro in mezzo alla strada!!!

tt i ns sindacalisti li manderi in polonia a vedere cosa significa fare il sindalcalista, lì si che fanno un azione di tutela del lavoratore, certi poi sono peggio dei ns politici ...infatti quando mollano il sindacato si si buttano in politica!!!

Per non parlare dei lavoratori delle cooperative! Li assumono obbligandoli ad essere soci! Poi ovviamente mobbing, soprusi e sfruttamento alla grande! Detto da chi ci lavora e stranieri! Strano che la parte politica a cui si ispirano le cooperativa italiane non si preoccupino di loro. Certo loro soci! Quindi lavoratori di serie A, B e C.

La dissaffezione delle frange popolari della nazione verso quella parte politica è evidente..
Cmq.. mi domando ma se abbiamo tutti questa sensibilità... come mai in questo paese le cose non cambiano MAI in meglio?
Sarà mica che è facile lamentarsi e poi....

Scusate se faccio il provocatore.....

CONCORDO CON TUTTO QUEL CHE E' STATO SCRITTO FINO AD ORA.. SOPRATTUTTO SULLA FRASE DI WEBBY RELATIVA AI DIPENDENTI PUBBLICI...( ho avuto una insegnante elementare come compagna di vita per 8 anni... 22 ore lavorative la settimana... io le faccio di media in 2 giorni Sad Sad Sad )
avatar
adri_gc
Jeeper °IIII
Jeeper °IIII

Data d'iscrizione : 29.01.11
Età : 56
Località : siena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non c'è peggio al peggio.Anche art.18!

Messaggio  Alesu il Gio 22 Mar 2012, 17:12

Purtroppo per risolvere i problemi ci vorrebbero semplici misure ma nessun governo sarebbe in grado di poterli mettere in pratica (cadrebbe il giorno stesso):

1. Pressione fiscale ridotta come in paesi "normali" aliquota massima 30%. Più aumenta la pressione più vale la pena evadere: ne va della sopravvivenza dell'impresa stessa.
2. Azzerare il costo della politica. Chi vuol far politica la fa gratis. Via i pezzenti ladri di galline a cui siamo abituati che si vendono per pochi spiccioli e si creano un'occupazione eterna dal niente! Mi direte politica solo per ricchi? Si viste le performance di pezzenti e saltimbanco corrotti allo sbaraglio.
3. Eliminare gli sprechi dell'amministrazione pubblica gli esuberi e gli enti inutili! Mi direte: ma si metterebbero migliaia di famiglie sul lastrico! E qui vi risponderei: perché loro no e le famiglie di chi lavora nel privato si? Equità per tutti anche nella tragedia.
4. Riassetto ed epurazione della magistratura imparziale. Espulsione di quei magistrati che dimostrano simpatie politiche di parte. Giustizia equivale ad imparzialità. Risulta che a mala pena lavorino 4 ore al giorno; ovvio che le cause durino 10 anni. E le imprese straniere non vengo ad investire nel nostro paese. Certezza del diritto= investimenti stranieri= occupazione!

Questo è impossibile! Nessun governo potrebbe mettere mano a questo. Sarebbe destabilizzante e veramente rivoluzionario!
Il resto sono solo chiacchiere come ad esempio le liberalizzazioni farlocche per far vedere che si fa qualcosa. La pioggia di tasse che deprimeranno la già malandata economia di questo paese, ci condurranno irrimediabilmente verso la stagnazione costante e recessioni cicliche.
Ovviamente ho espresso la mia opinione e non credo sia molto condivisibile. Non vedo altre alternative per risolvere definitivamente il problema.
avatar
Alesu
Jeeper °IIIIII
Jeeper °IIIIII

Data d'iscrizione : 27.01.11
Età : 51
Località : Bologna

Vedi il profilo dell'utente https://youtu.be/L84hRfBulOU

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum