JEEP® FORUM ITALIA
Benvenuto su WRANGLERMANIA FORUM, la community più numerosa d'Italia!


Registrati GRATUITAMENTE e visualizza tutte le sezioni multimediali e tecniche che il nostro Forum offre!


Una volta completata la procedura di registrazione ti consigliamo di leggere il Regolamento del Forum e di presentarti nell'apposita sezione.

WRANGLERMANIA utilizza i Cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo deicookie.


Grazie l'AD
Promo di Natale

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

News Jeep®
Chi è in linea
In totale ci sono 60 utenti in linea :: 7 Registrati, 0 Nascosti e 53 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

angelo91, chicco97, frenchi, giamba, jeep24, Jodi, Paolo535

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 1301 il Mar 08 Nov 2016, 17:53
Ultimi argomenti
» GRAFICHIAMO: adesivi, gadgets e molto altro...
Oggi a 18:39 Da marco1228

» Ganci cofano Drake
Oggi a 15:39 Da Alexjk

» X° Felegara 21-22 Gennaio 2017
Oggi a 12:15 Da mgnever

» IL GRIP E' TUTTO ...,
Oggi a 06:30 Da zaipiran

» Presentazione
Oggi a 06:29 Da zaipiran

» LA MIA DOLORES
Ieri a 22:31 Da Hurricane

» Auguri mz54
Ieri a 10:58 Da RUBIROBY

» Auguri zaipiran
Ieri a 07:46 Da RUBIROBY

» bulloni antifurto
Gio 08 Dic 2016, 09:04 Da marco1228

» Mezzo in crescita
Mer 07 Dic 2016, 23:14 Da baragi

» Ennesimo problema sulla mia jeep
Mer 07 Dic 2016, 19:22 Da RUBIROBY

» WM Chatbox: sperimentiamola!
Mer 07 Dic 2016, 09:25 Da TOMMY C-J-K

» cerchi ?
Mar 06 Dic 2016, 23:58 Da conte oliver

» Nuovo club a Palermo unitevi
Dom 04 Dic 2016, 18:15 Da Lino79

» Faretti parabrezza passaggio cavi JK
Dom 04 Dic 2016, 14:25 Da marcello717

» Mudhills 4x4
Dom 04 Dic 2016, 11:12 Da marco1228

» Revisione
Dom 04 Dic 2016, 09:38 Da Mango78

» Ciao JEEPERS
Dom 04 Dic 2016, 00:51 Da conte oliver

» Presentazione Claudio
Dom 04 Dic 2016, 00:49 Da conte oliver

» C'è voluto un pò... ma ce l'ho fatta!
Dom 04 Dic 2016, 00:48 Da MauroA.

Tool

PRESSIONE PNEUMATICI

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Gio 25 Nov 2010, 11:47

Knot,ti cerco una formuletta molto interessante,a dopo...

rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  harleyboy il Gio 25 Nov 2010, 12:48

Cerchiamo sempre di essere costruttivi e quindi:

Tornando al discorso Azoto anche in montagna........ Io la penso diversamente, per me l'uso dell'azoto se propio lo si vuole usare é dove ci sono o si vanno a creare temperature molto alte oltre gli 80/100 gradi e quindi solo nelle competizioni, ma niente di meglio può sostituire una sana frequenza nel controllare la pressione dei pneumatici.

Io l'azoto l'ho provato per tanto tempo in diversi mezzi, poi l'ho studiato un po ed alla fine non ne ho trovato vantaggi e la penso così :

La bufala dell'azoto

Quando sento che qualcuno ha gonfiato gli pneumatici “con l’azoto” mi viene da ridere.
Sembra una leggenda metropolitana e continuamente c’è chi ci cade.

I vantaggi sarebbero enormi, a detta di chi te lo rifila, nessun rischio di esplosione del pneumatico in caso di urto, mantenimento della pressione più a lungo, auto che tiene la strada magnificamente e altre frescacce e amenità degne di un venditore di cocco sulla spiaggia.

I vantaggi che ci promettono sono: maggior stabilità della pressione al variare della temperatura, minor perdita di pressione nel tempo, quindi piú affidabilità e ridotta manutenzione. Inoltre – sostengono – si riducono le possibilità di esplosione perché si riduce la corrosione interna del pneumatico dovuta all'aggressività dell'ossigeno.

Vediamo cosa c'è di vero.

L’azoto: che cos’è?
In chimica, “Azoto” identifica l'elemento dal simbolo chimico N, numero atomico 7, peso atomico 14.01, raggio atomico 0.74 Å.

L'azoto cui ci si riferisce comunemente, invece, è la molecola di gas azoto, di formula chimica N2 e da qui in avanti con il termine azoto faremo riferimento sempre all'azoto come gas biatomico.

Proprietà chimico-fisiche
L'azoto è un gas incolore, inodore e insapore; è pochissimo solubile in acqua, con la quale non reagisce. È una molecola biatomica, con un triplo legame fra i due atomi, questo le garantisce una fortissima stabilità, e per questo è detto gas inerte.

Il gonfiaggio degli pneumatici, secondo quanto dichiarano, non avviene con azoto puro, bensì con una “miscela di gas inerti”, è quindi verosimile pensare che siano presenti anche percentuali di altri gas. Cosa ci sia effettivamente dentro, bisognerebbe chiederlo ai distributori delle bombole, anche se, come vedremo, non cambia nulla.

L’aria comune.
Quando gonfiamo le gomme con l'aria di compressore, quindi con quella atmosferica, insuffliamo nel pneumatico una miscela di gas grossomodo cosí composta:

•79% azoto;
•20% ossigeno;
•<1% anidride carbonica;
•percentuali trascurabili di altri gas (fra i quali gas nobili, altri gas, particelle e vapori vari in particolare d'acqua).
Essenzialmente la differenza fra “miscela di gas inerti” e aria comune può essere riassunta nella presenza in quest'ultima di ossigeno e vapor d'acqua. Vedremo che differenza fanno.

L’azoto sfugge meno dell’ossigeno?
Una delle prime considerazioni che si sentono fare è che “con l'azoto la pressione resta costante più a lungo perché l'azoto sfugge meno dell'ossigeno attraverso la gomma”.

Questa è una grossa balla, per una serie di motivi. Innanzitutto, la dimensione di una molecola di gas (quale esso sia) è relativamente grande, e non può certo sfuggire attraverso la struttura del reticolo molecolare della gomma. Se sfugge l’aria sfugge anche l’azoto, la differenza di dimensione tra le molecole di ossigeno e quelle di azoto è praticamente nulla e la gomma di cui è fatta la camera d’aria di un pneumatico, tubeless o con camera che sia, è un reticolo fitto e impenetrabile, non è un colabrodo.

Le perdite che ci sono avvengono unicamente per via meccanica, ovvero imperfetta tenuta della valvola, o imprecisa tenuta del cerchione.

Bisogna far presente che insieme al gonfiaggio con azoto, vengono usualmente sostituite le valvole dei pneumatici con altre “speciali” con guarnizione metallica.

Pertanto quando sostituite gli pneumatici fatevi sostituire anche le valvole con altre di origine certa e di marca, vedrete che lo sgonfiaggio del pneumatico praticamente scompare, l’ho verificato di persona con la mia auto, dopo altre tremila km la pressione era ancora quella dell’acquisto e la prima ricarica di pressione è stata effettuata per adeguare la pressione al carico massimo previsto per un viaggio in autostrada, per farla breve oltre 8000 km senza perdite di nessun genere.

Il raggio molecolare dell'azoto è di 1.8 Å (Ångstrom, unità di misura per gli atomi), mentre quella dell'ossigeno è 1.7 Å; l'elio è relativamente piú piccolo (1.4 Å), ciononostante viene utilizzato nel gonfiaggio dei pneumatici delle biciclette da pista, il tutto senza problemi di tenuta nonostante le 12/13 atm. E se da una camera d'aria di bici non sfugge l'elio a 12 atm, per quale misteriosa ragione devono sfuggire azoto e ossigeno a meno di 3?!

L’ossigeno aggredisce il pneumatico? Altra balla, Era una cosa che poteva verificarsi con gli pneumatici non radiali, quelli che per intenderci avevano bisogno di 6/12 mesi di stagionatura al buio e umidità elevata, pneumatici scomparsi grosso modo 50 anni fa con l’avvento degli acceleranti e ultracceleranti (carbammati, Mbt e derivati) delle mescole che hanno eliminato la stagionatura!

L’unica cosa che varia in maniera sensibile la pressione degli pneumatici è la temperatura, dunque bisogna controllare la pressione regolarmente perché se io le ho gonfiate a 30° , a 0° la loro pressione scenderà inesorabilmente e sicuramente.

Come detto, l'azoto sfugge esattamente come l'ossigeno, non esiste alcun motivo per cui l'azoto debba garantire cali di pressione minori rispetto all'aria comune (che tra l’altro, è costituita al 78% da azoto!).

Ma in ogni modo, se anche fosse vero, non controllare le gomme a lungo sarebbe ugualmente un pessimo consiglio. Dalla legge isocora dei gas, otteniamo la seguente relazione:

P1 / T1 = P2 / T2

dove P1 e T1 sono rispettivamente pressione (in atm) e temperatura (in °K) iniziali, e P2 e T2 quelle finali.

Supponiamo di gonfiare le nostre gomme in piena estate, con 35°C (cioè 308°K), a 2.50 atm. Supponendo che non vi sia la benché minima perdita, quando andrò a misurare la pressione, d'inverno, con 0°C (= 273°K) troverò le mie gomme a:

2.5 / 308 = P2 / 273

che risolta mi fornisce una pressione di 2.25 atm.

Quindi dire che “con l'azoto si può evitare di controllare la pressione perché questa resta stabile” è un pessimo consiglio, dato che solo per la variazione di temperatura, il gas (quale esso sia, non importa) comporta una riduzione di 0.25 bar a freddo. Variazione non trascurabile. Pertanto è importante controllare regolarmente la pressione dei pneumatici, e in particolare ogni volta che la temperatura atmosferica ha dei cambiamenti importanti.

L’unica cosa sensata che si dice è che nei reparti corse si usa l’azoto (ora l’aria anidra) e questo perché in un pneumatico che lavora abitualmente oltre i 120/130° una variazione di pressione non prevedibile dovuta all’umidità atmosferica manda a pallino una intera gara. E questo è vero, ma ... su strada normale questo non accade, le normali gomme molto raramente, e con temperature esterne elevate, superano i 60°, e già allora il loro comportamento si ripercuote sullo sterzo e ci dice calmati. I problemi sorgono al superamento degli 80°, diventando critici oltre i 100°, temperatura limite oltre la quale l’aumento della pressione dovuto alla umidità atmosferica diventa preponderante.

Questo comportamento è di grande importanza in gomme destinate alle competizioni, che raggiungono temperature parecchio elevate. È invece trascurabili nelle gomme da strada, la cui temperatura resta a valori molto più bassi.

Ma procediamo con ordine. Partiamo dall'equazione di stato dei gas ideali, che è:

P • V = n • R • T

dove:

•P pressione in atm
•V volume in litri
•N numero moli
•R costante (0.082 litri per atm/grado)
•T temperatura in gradi Kelvin.
I gas reali deviano leggermente da questa equazione, che tuttavia con un'ottima approssimazione soddisfa le nostre esigenze, e presenta il vantaggio di una notevole semplicità di calcolo. Volendo sapere con esattezza il comportamento di gas reali, bisogna ricorrere all'equazione di Van der Waals, che è:

(P + a • n² / V²) • (V - b) = n • R • T

dove P, n, R e T sono gli stessi di prima, e “a” e “b” sono detti coefficienti correttivi di Van der Waals. Questi coefficienti variano da gas a gas. Sennonché quello che scopriamo è che tali valori sono:

per l’azoto: a = 1.35 atm * ( l / mole )² b = 0.0383 l / mole;

per l’ossigeno: a = 1.32 atm * ( l / mole )² b = 0.0322 l / mole;

Come si vede, le differenze dei valori per azoto e ossigeno sono trascurabili, dell’ordine del terzo decimale, e possiamo a buon diritto affermare che le loro variazioni di pressione, all'aumentare della temperatura, sono identiche. Tra tutti e due, poi, formano il 98% dell'aria che respiriamo: avere solo azoto, oppure azoto e ossigeno, non cambia alcunché. Se cambiamenti ci sono, non sono dovuti evidentemente al diverso comportamento di questi due gas, o dalla presenza o meno di uno dei due nella miscela gassosa.

L’azoto ha un comportamento più lineare perché è privo di umidità

Questa è l'unica affermazione sensata che si può fare sull'azoto. Ed è per questo che l'azoto trova applicazione nelle competizioni più estreme, laddove il mezzo decimo di bar può far cambiare l'auto da ingovernabile a perfetta. Ma non perché l'azoto faccia variare di meno la pressione, scaldandosi; ma piuttosto perché senza umidità gli aumenti di pressione dovuti alla temperatura sono più prevedibili.

Nell'uso quotidiano è un fenomeno irrilevante, e questo per un motivo unicamente di temperatura. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che le gomme da competizione raggiungono e superano allegramente temperature dell'ordine di 130°C, valori semplicemente irreali nelle gomme delle nostre auto!

L'umidità atmosferica è acqua liquida in sospensione. Gonfiando le gomme con aria comune, ovviamente insufflo dentro anche l'acqua in sospensione. Già questo pone un grosso problema di indeterminazione, poiché l'umidità atmosferica (e quindi la quantità di acqua in sospensione nell'aria) è una quantità che varia rapidamente di ora in ora.

L'umidità relativa dell'aria indica il rapporto fra la pressione parziale del vapor d'acqua nell'aria, e la tensione di vapore che avrebbe l'acqua alla stessa temperatura. Cosí, a 25°C, la solita temperatura di riferimento, la tensione di vapore dell'acqua è di 24 torr, se l'umidità è del 75% vuole dire che la pressione parziale dell'acqua è di 24×0.75=18 torr. Il problema vero nasce dal fatto che, aumentando la temperatura, aumenta la tensione di vapore dell'acqua, e conseguentemente la sua pressione parziale. Le cose sono complicate dal fatto che la tensione di vapore dell'acqua ha un comportamento non lineare. A 60°C ha ancora solo 150 torr di pressione parziale (0.2 atm), a 80°C ha 355 torr (poco meno di 0.5 atm), poi a 100° fa il salto quasi esponenziale ed arriva a 760 torr (1 atm). A 134°C addirittura la tensione di vapore è di circa 1500 torr (2 atm).

Ecco spiegato come mai nelle auto da pista è indispensabile togliere l'umidità, per sapere che pressione avranno le gomme a caldo, mentre nella guida di tutti i giorni cambia poco o nulla: gonfiando a freddo (25°C) le nostre gomme a una pressione iniziale di 2 bar, con un'umidità relativa del 75%, abbiamo la pressione parziale dell'acqua di 18 torr (0.02 atm!). Cioè, di quelle 2 atm, praticamente nulla è dovuto alla parte di umidità che passa allo stato di vapore. Se l'umidità fosse del 40%, la pressione parziale dell'acqua sarebbe 0.01 atm, ovvero non rileveremmo differenza.

A 60°C, le gomme gonfiate con gas anidro (chiamiamolo “azoto", per far contenti quelli che lo vendono) avranno una pressione di 2.23 atm, secondo la già vista regola isocora dei gas (P1/V1=P2/V2). Quelle gonfiate con aria al 75% di umidità relativa, saranno invece a 2.23+0.2×0.75=2.38 atm, e non cambia la risposta di un'auto avere 2.38atm piuttosto che 2.23 a caldo. Se poi l'aria atmosferica avesse avuto il 40% di umidità relativa, a 60°C sarebbero a 2.3 atm, e restano tutte differenze pressoché irrisorie. In queste condizioni avere una miscela di gas inerti (ma soprattutto anidri) oppure dell'aria comune fa ben poca differenza.

Arrivati a 80°C (ma quando le gomme da strada arrivano a queste temperature?) la differenza comincia già a farsi sentire, le gomme con azoto sono a 2.37 atm, quelle con la nostra aria atmosferica al 75% di umidità saranno a 2.37+0.5×0.75=2.74 atm, mentre quelle con l'aria al 40% sono a 2.56 atm. La differenza diventa tangibile.

A 130°C (valori da gomme da pista) le cose cambiano radicalmente. Con aria anidra (azoto, se vi piace) arrivano a 2.70 atm, con aria al 40% di umidità sarebbero a 3.5 atm, ma con l'aria umida al 75% sarebbero arrivate a 4.45!

Come si vede, la percentuale di umidità dell'aria modifica in modo drastico la pressione delle gomme trovarsele a 4.5 piuttosto che 2.7 è una differenza abissale. Pertanto senza conoscere l'esatta umidità dell'aria con la quale ho gonfiato le gomme, non ho modo di sapere la pressione che raggiungeranno durante l'utilizzo. Eliminare il vapor d'acqua, elimina un grossissimo fattore d’imprevedibilità.

Ma allora, l’azoto ha un senso oppure no?
In definitiva si può affermare con cognizione di causa che, sulla nostra beneamata auto con la quale andiamo al lavoro ogni giorno o a zonzo, l'azoto è un inutile spesa non motivato da alcun fondamento tecnico.

Le variazioni di comportamento rispetto all'aria comune e alle temperature raggiunte dalle gomme da strada, sono talmente insignificanti da non compensare le scomodità e le spese cui l'azoto ci costringe, ovvero dovere necessariamente rivolgerci al gommista per controllare la pressione ed eventualmente ripristinarla, piuttosto che poterlo fare presso qualunque benzinaio.

Inoltre la gomma non è possibile portarla sottovuoto (si stallonerebbe con una certa facilità) per eliminare l’aria, quando viene poi gonfiata con l'azoto. Una pressione di 2.5 atmosfere effettive significa 3.5 atmosfere assolute, di queste 3.5 la pressione atmosferica è comunque ineliminabile. Quando vado a sgonfiare completamente il pneumatico per gonfiarlo con azoto, in realtà la gomma contiene ancora 1 atmosfera assoluta di aria comune, comprensiva di umidità,che in nessun modo si elimina.

Rigonfiando con azoto ottengo una miscela formata per circa il 30% da aria comune, e per il 70% da azoto. Pertanto, tutti i problemi creati dall'umidità dell'aria, ce li trasciniamo dietro anche gonfiando le gomme con l'azoto, anche se in misura ridotta.

Il gonfiaggio con azoto si riduce pertanto ad essere una pura manovra commerciale, senza alcun beneficio effettivo sulla guida di tutti i giorni.

L'azoto diventa al contrario indispensabile nelle gomme da competizione, che raggiungono alte temperature, per eliminare il parametro di incertezza rappresentato dall'umidità atmosferica (variabile di giorno in giorno) che renderebbe imprevedibile la pressione raggiunta a caldo.

Un'altra fesseria è quella dell’esplosione del pneumatico in caso di urto causata dall’ossigeno: basta consultare le migliaia di filmati disponibili sulle prove Euroncap per vedere di persona che è una idiozia bella e buona. Se solo se ne fosse verificata una, immaginate il casino a livello mondiale, e per pura carità cristiana tralascio il fatto che la stragrande maggioranza delle auto ha all’anteriore sospensioni Mc Pherson che tutto sono fuorché sensibili a due/tre decimi in più o in meno di pressione. Ma anche se fossero delle sofisticate sospensioni multilink cambierebbe poco o niente, perché di Schumacher in giro, checchè se ne dica, ce n’è uno solo.


harleyboy
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.10
Età : 45
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  Valex il Gio 25 Nov 2010, 13:19

:quoto:

Finalmente uno che la pensa come me e cioe' che l' azoto non da nessun vantaggio nell' uso normale dell' auto e che e' solo una delle tante trovate commerciali.
Una cosa positiva pero' c'e'! Ti mettono i tappini verdi giggreen

cheesy cheesy cheesy cheesy

Valex
Jeeper °IIIIIII°
Jeeper °IIIIIII°

Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 40
Località : OLANDA ma Vicentino magnagati :)!

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Gio 25 Nov 2010, 13:43

harleyboy ha scritto:Però sempre a mio avviso, io consiglio l'azoto nel periodo estivo dove la temperatura é più alta per evitare surriscaldamenti in quanto uno dei due veri vantaggi dell'azoto é che non sale di temperatura come l'aria.

Ma in inverno e in montagna (neve, strada ghiacciata), consiglio l'aria perché permette alla gomma di salire di più e più velocemente in temperatura.
Quindi visto il periodo in cui ci troviamo l'aria non solo va bene, ma é anche meglio!

Credo di essere stato costruttivo,dicendoti che ti stai confondendo.....ti ripeto,non e' cio' che c'e' dentro al pneumatico che fa' aumentare o meno la temperatura del battistrada,la temperatura aumenta a prescindere.
Semmai e' cio' che c'e' dentro che aumenta in funzione della temperatura esterna e del battistrada,e benche' tu abbia postato uno scritto ben articolato e dettagliato,riguardante lAzoto,ti posso dire che a me personalmente ha dato dei risultati soddisfacenti,in quanto ha attenuato della meta' l'aumento di pressione,per cui se con l'aria dopo 100 km la pressione dei miei pneumatici da 33" saliva da 1,7 a 1,9,con l'azoto rimane limitata entro l'1,8,per cui un guadagno in termini sia prestazionali che di confort che,per chi ha sotto il sedere una gomma del genere,sa' cosa significa.

In merito al costo,io mi sono preso una bombola in comodato d'uso,50 euro annui...credo sia una spesa sostenibile!

rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Gio 25 Nov 2010, 13:51

Fausto,sei sicuro al 100% che il gommista ti abbia rimontato le valvole originali con il sensore?...perche' a me personalmente , con cerchi diversi e senza le vallvole originali + sensore ,usciva la spia.
Fatte montare le valvole originali,piu' avuto noie,anche con pressioni sotto l'1,7 su pneumatici maggiorati.

Prova anche a far resettare in officina .

rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  Valex il Gio 25 Nov 2010, 13:55

Ma riuscite a sentire la differenza di 0.1 bar ?????
E che siete? Schumacher!!!!
Senza offesa naturalmente Wink!

Valex
Jeeper °IIIIIII°
Jeeper °IIIIIII°

Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 40
Località : OLANDA ma Vicentino magnagati :)!

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Gio 25 Nov 2010, 14:03

Knot,ecco la formula per calcolare la pressione

PRESSIONE UTILE IN ATMOSFERE =

MASSA DEL VEICOLO IN KG : 4X CARICO MASSIMO PER PNEUMATICO IN KG X PRESSIONE MASSIMA CONSENTITA IN ATM.

Sul fianco del pneumatico trovi la seguente dicitura:
MAX LOAD SINGLE -che sarebbe il carico massimo del pneumatico
tot PSI -che sarebbe la pressione massima consentita e che va' trasformato in ATM ,considerando che 1 psi=0,07 atm

Se recuperi i dati sopra,vediamo insieme se la formula funziona.


rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  harleyboy il Gio 25 Nov 2010, 14:09

rubigian ha scritto:
Credo di essere stato costruttivo,dicendoti che ti stai confondendo.....ti ripeto,non e' cio' che c'e' dentro al pneumatico che fa' aumentare o meno la temperatura del battistrada,la temperatura aumenta a prescindere.
Semmai e' cio' che c'e' dentro che aumenta in funzione della temperatura esterna e del battistrada,e benche' tu abbia postato uno scritto ben articolato e dettagliato,riguardante lAzoto,ti posso dire che a me personalmente ha dato dei risultati soddisfacenti,in quanto ha attenuato della meta' l'aumento di pressione,per cui se con l'aria dopo 100 km la pressione dei miei pneumatici da 33" saliva da 1,7 a 1,9,con l'azoto rimane limitata entro l'1,8,per cui un guadagno in termini sia prestazionali che di confort che,per chi ha sotto il sedere una gomma del genere,sa' cosa significa.

In merito al costo,io mi sono preso una bombola in comodato d'uso,50 euro annui...credo sia una spesa sostenibile!

Certo che sei stato costruttivo !! bravo

L'importante é convergere a soluzioni e pensieri equivalenti motivati dal più possibile di conoscenza ed esperienza per far si di aiutarci a vicenda a commettere il meno possibile di errori !

Anche se abbiamo qualche parere discordante sull'effettivo effetto dell'azoto...., ma poco male 204484

L'importante é che abbiamo risposto, informato e consigliato chi ci ha chiesto un parere e a mio avviso siamo stati più che utili perché mi sembra di aver capito che non sono in pochi a tenere solitamente con questo tipo e misura di gomme delle pressioni più alte del dovuto

beer


harleyboy
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.10
Età : 45
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Gio 25 Nov 2010, 14:10

Valex,su un pneumatico maggiorato,che e' surdimensionato per la mole del veicolo,piccole differenze di pressione si sentono,a maggior ragione con pneumatci tipo mud con carcasse tendenzialmente rigide....almeno io la sento,senza necessariamente essere Schu..

rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  Valex il Gio 25 Nov 2010, 14:35

Io mi accorgo che la gomma e' sgonfia .... quando comincio a sentire che, sterzando, stride sull' asfalto proud !

Scherzo Wink !

Valex
Jeeper °IIIIIII°
Jeeper °IIIIIII°

Data d'iscrizione : 11.11.10
Età : 40
Località : OLANDA ma Vicentino magnagati :)!

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  harleyboy il Gio 25 Nov 2010, 15:03

valex76x ha scritto:Io mi accorgo che la gomma e' sgonfia .... quando comincio a sentire che, sterzando, stride sull' asfalto proud !

Scherzo Wink !

:biggrin2: :biggrin2: :biggrin2:

harleyboy
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.10
Età : 45
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  GODZILLA 2 il Gio 25 Nov 2010, 15:53

Vale, la prova del gesso mi ha incuriosito è l'ho provata 10 minuti fa.
Le mie 33 sono perfette con la pressione che dopo tanti tentativi ho "battezzato" come ottimale in strada con le mud.; 2,1 bar dietro e 1,9 bar davanti.
Io ho un YJ ed è prevista una pressione più alta dietro.
Con il treno da OR da 32" che ha le camere d'aria giro sempre a 0,9 bar.


Ultima modifica di GODZILLA 2 il Gio 25 Nov 2010, 16:03, modificato 1 volta

GODZILLA 2
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 49
Località : Milano

Vedere il profilo dell'utente http://www.4wditalia.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  FAUSTO il Gio 25 Nov 2010, 15:57

rubigian ha scritto:Fausto,sei sicuro al 100% che il gommista ti abbia rimontato le valvole originali con il sensore?...perche' a me personalmente , con cerchi diversi e senza le vallvole originali + sensore ,usciva la spia.
Fatte montare le valvole originali,piu' avuto noie,anche con pressioni sotto l'1,7 su pneumatici maggiorati.

Prova anche a far resettare in officina .


Sono sicuro al 100%, sotto 2,1 di pressione si accende la spia, ma mi sembra purtroppo niente di strano,anche su libretto di istruzione è scritto in tal senso…..

Ho potuto constatre che non ero solo io ad avere qualche dubbio sulla pressione delle gomme, e ognuno ha la sua teoria, e ognuno ha la sua pressione….comunque penso che sia giusto con gomme grosse stare abbastanza bassi……IN POCHE PAROLE con le 35”/17 se le tengo a 1,9…va bene o sono ancora troppo gonfie??? CHE DITE….. Question Question hallo

FAUSTO
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 01.06.10
Località : Novara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  TOMMY C-J-K il Gio 25 Nov 2010, 16:02

Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
azz harleyboy che lezione di chimica....... complimenti
perf10 perf10 perf10 perf10 perf10 champion bravo02 bravo02
:reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza:

________________________________
-jeep cj-5,1973 "LA GIALLINA",3.8L restauro totale 2008,carburatore magg,assetto +2",gomme 31-10,50-15,cerchi 15x8,scarico laterale artigianale,piantone sterzo rinf,sedili yj,fari post yj,volante sparco,roll-bar,soft top bestop,ecc.
-jeep JKU RUBICON,2011 2.8crd 200cv,mappa rocks,paraurti ant rocks,ganci HD X4,pedane 10th anniversary,assetto teraflex 3",ammo Blistein 5100,cerchi procomp extreme 8x17,hankook dynapro mt 35"x12,50r17,tubi freno in treccia,piastre AEV,phanard regolabile monster rocks,rinforzo attacchi phanard,rilocatore post phanard,ammo sterzo Orap con rilocatore,griglia cofano rugged ridge,mascherina angry bird,faretti suppl. cree 4" led,barra led 22" combo,soft top trektop e altre cosuccie.....work in progress
-UNIMOG 406, 5.7,restauro 2015,gomme cattive 12,50r20 Smile


TOMMY C-J-K
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 19.10.10
Età : 30
Località : brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Gio 25 Nov 2010, 16:34

Fausto,
secondo me le 35" a 1,9 e' troppo.

Il problema degli pneumatici maggiorati,su mezzi leggeri per la loro mole,consiste proprio nel fatto che la pressione deve essere tenuta bassa ,questo per evitare che il mezzo diventi tipo PALLA MATTA e rimbalzi da tutte le parti.
La bassa pressione pero' non sarebbe il massimo,sia per la tenuta laterale su strada e sia per un consumo anomalo del pneumatico....ma il JEEPPONE sta' al pneumatico maggiorato come Pippo sta' a Topolino ,per cui c'e' da soffrire un po' ma la soddisfazione ripaga!!

rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  FAUSTO il Gio 25 Nov 2010, 17:06

rubigian ha scritto:Fausto,
secondo me le 35" a 1,9 e' troppo.

Il problema degli pneumatici maggiorati,su mezzi leggeri per la loro mole,consiste proprio nel fatto che la pressione deve essere tenuta bassa ,questo per evitare che il mezzo diventi tipo PALLA MATTA e rimbalzi da tutte le parti.
La bassa pressione pero' non sarebbe il massimo,sia per la tenuta laterale su strada e sia per un consumo anomalo del pneumatico....ma il JEEPPONE sta' al pneumatico maggiorato come Pippo sta' a Topolino ,per cui c'e' da soffrire un po' ma la soddisfazione ripaga!!


Quanto devo scendere ancora? Question Question

A quali scompensi vado incontro se rimango a 1,9…



hallo

FAUSTO
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 01.06.10
Località : Novara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Pressione pneumatici

Messaggio  Mav il Gio 25 Nov 2010, 23:30

hallo Ciao a tutti,
il mio rubicon è nuovo e monta le 245 75 R17 e la pressione è a 2.4 bar
Dite che è troppo alta?? Question

Mav
Jeeper °IIIIIII°
Jeeper °IIIIIII°

Data d'iscrizione : 17.11.10
Località : Prov.Brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  GODZILLA 2 il Ven 26 Nov 2010, 00:29

Mauro Florio ha scritto: hallo Ciao a tutti,
il mio rubicon è nuovo e monta le 245 75 R17 e la pressione è a 2.4 bar
Dite che è troppo alta?? Question
mmmm, ma non so, io chiederei al medico! 851666 rolf2 cheesy
Dai gioco! beer
Per uso stradale, direi di no.

GODZILLA 2
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 49
Località : Milano

Vedere il profilo dell'utente http://www.4wditalia.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  harleyboy il Ven 26 Nov 2010, 00:33

tommy86 ha scritto:Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
azz harleyboy che lezione di chimica....... complimenti
perf10 perf10 perf10 perf10 perf10 champion bravo02 bravo02
:reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza: :reverenza:

Grazie, ma non é farina del mio sacco !

harleyboy
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.10
Età : 45
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  TOMMY C-J-K il Ven 26 Nov 2010, 08:23

si lo immaginavo,se sapevi tutte quelle cose a memoria saresti un genio....però tanto di cappello per averle trovate e postate bravo claps2

________________________________
-jeep cj-5,1973 "LA GIALLINA",3.8L restauro totale 2008,carburatore magg,assetto +2",gomme 31-10,50-15,cerchi 15x8,scarico laterale artigianale,piantone sterzo rinf,sedili yj,fari post yj,volante sparco,roll-bar,soft top bestop,ecc.
-jeep JKU RUBICON,2011 2.8crd 200cv,mappa rocks,paraurti ant rocks,ganci HD X4,pedane 10th anniversary,assetto teraflex 3",ammo Blistein 5100,cerchi procomp extreme 8x17,hankook dynapro mt 35"x12,50r17,tubi freno in treccia,piastre AEV,phanard regolabile monster rocks,rinforzo attacchi phanard,rilocatore post phanard,ammo sterzo Orap con rilocatore,griglia cofano rugged ridge,mascherina angry bird,faretti suppl. cree 4" led,barra led 22" combo,soft top trektop e altre cosuccie.....work in progress
-UNIMOG 406, 5.7,restauro 2015,gomme cattive 12,50r20 Smile


TOMMY C-J-K
Staff - Moderatore
Staff - Moderatore

Data d'iscrizione : 19.10.10
Età : 30
Località : brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  rubigian il Ven 26 Nov 2010, 08:48

Fausto,
le 35" a 1,9 su un mezzo "leggero"(per la mole del pneumatico) come il Wrangler,per giunta mi sembra 2 porte,da' luogo a poco assorbimento su sconnesso,per cui sentirai maggiormente tutte le buche e in piu' avrai un controllo non ottimale in quanto,come spiegavo sopra, il pneumatico si comportera' tipo palla matta,facendoti rimbalzare a destra e a manca,chiaramente sto' usando un termine esagerativo,tanto per rendere l'idea.
Io terrei a 1,7,ma anche 1,6.

Cmq prova ad usare la formuletta che ho postato ,tanto per vedere che gonfiaggio esce fuori ,facendo il calcolo -peso del mezzo in relazione al carico massimo del pneumatico.

rubigian
Jeeper °I
Jeeper °I

Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : jesi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  GODZILLA 2 il Ven 26 Nov 2010, 11:50

Cerco di dare un po' di "conforto empirico" basato sulla mia esperienza di tentativi a questa cosa...
La mia dietro ha la bombola GPL che, soprattutto piena, pesa un botto.
Tenendo le gomme dietro di 0.2 più gonfie rispetto a quelle davanti si comporta decisamente meglio.
In ogni caso , intipendentemente dal GPL, questa cosa per il YJ è già prevista dal libretto di uso e manutenzione con le gomme originali.

GODZILLA 2
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 49
Località : Milano

Vedere il profilo dell'utente http://www.4wditalia.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  Knot_man il Ven 26 Nov 2010, 11:55

mah secondo me siete troppo perfettini.....io le gomem le tengo a 2.4 bar su strada e vanno alla grande le curve le faccio " a manetta" concedetemi il termine ed il mezzo tiene la strada perfettamente....io faccio ad occhio altro che dinamometriche e Bar....quando vedo la gomma mezzo a terra la rigonfio senza superare i 2.4 bar....avete un fuoristrada siate un pò più rozzi Wink

Knot_man
Jeeper °IIIIIII°
Jeeper °IIIIIII°

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 26
Località : Sud Sardegna

Vedere il profilo dell'utente http://www.residenzasuprelau.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  RUBIROBY il Ven 26 Nov 2010, 12:38

Fausto, io d'inverno uso dei cerchi da 16" ma non ho mai messo le valvole con i sensori, ho quelle normali, il cicalino suona una volta per avvisarti quando accendi la macchina, poi ogni tanto fa uno squillo ed appare la scritta "lowtire" mi pare, ormai non ci faccio piu' caso.
Per pressione dipende dal terreno e se bagnato o no da 1,4 a 1,1.8 max in OR e 2/2.2 su strada con 255 BFG km1 e 245 tagom

________________________________
JK  RUBICON 2.8 CRD 3P auto 2008 nero
________________________________________________
Suntop Deep sand, color cammello che sul nero fa la sua porca figura!!!
assetto +3" trail master
paraurti afn                                    
gomme Toyo open country A/T
da fango TAGOM shark
misura di serie




....il JK.. e' come il potere, logora.......chi non ce l'ha!!

RUBIROBY
Vice-AMMINISTRATORE
Vice-AMMINISTRATORE

Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 54
Località : Pavia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PRESSIONE PNEUMATICI

Messaggio  FAUSTO il Ven 26 Nov 2010, 21:18

Ma…. Come mai non c’è più il mio conteggio della pressione con “formuletta” sono andato fuori topic?

Insomma con formuletta usciva pressione 1,3 at, per le mie 35”/17”…non è troppo poco???
Question Question Question hallo

FAUSTO
Jeeper °IIIII
Jeeper °IIIII

Data d'iscrizione : 01.06.10
Località : Novara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum